C’è una cosa che accomuna tuo nonno e il presidente Kennedy: gli strumenti con cui entrambi si facevano la barba. Rasoio di “sicurezza”, pennello, sapone o crema e una ciotola. Da oggi, anche io sono della partita, dovreste esserlo anche voi .

Certe volte una scelta vintage è una moda, altre una necessità, altre ancora una curiosità. Nel mio caso, la scelta di radermi con un rasoio di sicurezza dual edge, ed abbandonare il multilama con testina a 65 lame (Gillette o Wilkinson per capirci) è stata dettata da un mix di fattori.

Vuoi il fatto che i multilama sono arrivati a costi mostruosi, vuoi il risultato di cui non ero pienamente soddisfatto, vuoi l’ecologia data la plastica che si produce, e complice un amico che mi ha fatto conoscere questo mondo, ho deciso di fare il grande salto. Cosi, complice il natale mi sono fatto regalare il kit che vedete in foto: rasoio Merkur 33C, pennello in puro tasso, lamette Merkur, crema da barba Taylor of Old Bond Street.

Che dire: i risultati sono meravigliosi, e la barba è di nuovo un piacere. Premesso che già l’insaponare la faccia con il pennello dopo avere montato la crema nella sua ciotolina da una sensazione di benessere straordinaria, il taglio fatto con la lametta è semplicemente straordinario. Non passi 4 pezzi di ferro, magari più di una volta perchè si blocca con la barba lunga. No, ne passi uno solo e casomai fai il contropelo. Stop. Finito.

Certo, non è un volgare pezzo di plastica, è una macchina e devi trattarla con rispetto finche non hai preso la mano: non devi premere come fai con i multilama, devi inclinare il rasoio, seguire il verso della barba, insomma devi concentrarti sulla rasatura. Ma in un mondo in cui corri sempre, non è meraviglioso regalarsi 10 minuti? All’inizio magari ti farai qualche piccolo taglietto, ma arrossamenti, fastidi, peli incarniti saranno solo un ricordo dopo poco.

In Italia i prezzi nei negozi sono altalenanti (lo stesso rasoio arriva a costare 60 euro o 250), ma on line risparmiate fino al 40%. Un rasoio di qualità va via con 30 euro, le lamette che cambierete ogni 3 barbe circa tra 80 centesimi (80! capito!!??) e 4 euro, sapone o crema da 5 euro in su, un pennello circa 35 euro ma arriverà ai vostri figli. E oltre al risparmio e al benessere, darete una mano all’ambiente e terrete in mano un pezzo della storia del costume maschile. Non per niente J.F.K. usava questo stesso rasoio. E vostro nonno anche.