Digital Marketing Horror Show

orrori digital marketing

Questo è un post volutamente provocatorio, ma basato su fatti veri. Se sei un marketer, un’azienda confusa e sei debole di cuore non leggere: non mi assumo responsabilità per gli effetti che gli orrori qui descritti potranno causarti.

Una cosa che spesso ripeto ai miei clienti è quella di impegnarsi a non essere nemici di se stessi. Idee confuse, strategie incerte, copie malfatte producono orrori digitali che tutti noi non possiamo fare a meno di vedere. Se sei tra questi, cerca subito aiuto:

  1. Spendi budget senza avere un obiettivo: ci sono gli altri, ci sono anche io semplicemente non funziona.
  2. Spendi un budget inadeguato per il tuo business. Giuro che mi hanno detto “pensavo di mettere 20, 30 euro ogni tanto su un post”. Consiglio personale: fai una donazione mensile ad una onlus, farai sicuramente del bene.
  3. Spendi un budget incostante per il tuo business: “questo mese niente pubblicità” semplicemente è una follia.
  4. Non misuri i risultati, non hai azioni di conversione, non hai idea di come valutare i tuoi risultati, vai a spanne.
  5. Pensi che il digital marketing sia sponsorizzare un post sui social: ciao core, dicono a Roma.
  6. I tuoi dipendenti non partecipano, o partecipano di mala voglia al marketing aziendale. Hai un problema più grave del digital marketing, credimi.
  7. Hai pensato che un professionista si paga solo se porta risultati. Ti do un’informazione importante: gli stai proponendo un rischio d’impresa, in quel caso devi dargli un pezzo d’impresa, non una percentuale dei guadagni.
  8. Pensi di potere chiamare il professionista/agenzia anche alle 8 di sera. Della vigilia di natale.
  9. Vuoi copiare le campagne degli altri, senza parlare al tuo pubblico specifico, anche locale: stai gettando denaro, credimi.
  10. Pensi che il digital marketing sia un’attività Set and Forget: spiace informati che il mondo viaggia alla velocità della luce. Chi non cambia e si evolve costantemente resta indietro. Chiedi ai vari fossili che trovi in giro.

Horror extra: non hai il controllo diretto o indiretto per ogni punto di contatto del tuo pubblico di riferimento. Ad esempio il tuo sito non è tuo, non puoi modificarlo, non puoi connettere le fonti di dati, etc.

Hai altri consigli da inserire nella galleria degli orrori? Scrivili nei commenti e condividi i tuoi brividi forti: ne faremo una galleria straordinaria.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.