Non mi era bastata la disavventura con il Vaio, ho voluto dare la mia fiducia ad un’azienda che non la meritava: ecco come un televisore di 4 anni è diventato obsoleto, senza ricambi, e buono come soprammobile.

Fatto: nel 2009 ho acquistato un televisore Sony serie Bravia KDL-46W5500. Pagato 1.599 euro. A Marzo 2013, dopo meno di 4 anni (il televisore è di settembre) sono prima apparse righe nere, poi macchie bianche e righe nere, infine le immagini sono diventate poco visibili come se fossero dietro una fitta nebbia. Non essendo casa mia la val padana chiamo l’assistenza ufficiale Sony, che viene a ritirare il televisore.

Responso: pannello LCD bruciato. Bruciato? Esatto, bruciato, finito, kaput. Dopo 4 anni di utilizzo appena, mentre i miei avevano un televisore che è durato 35 anni. Bene, non soltanto il pannello costa più del televisore nuovo, e dovrei pagarlo di tasca mia dato che la garanzia è scaduta, ma NON ESISTE più il ricambio causa obsolescenza. Avete letto bene, amici vicini e lontani, dopo 4 anni il mio televisore è obsoleto. Come se stessi cercando una valvola per una Radio Marelli del 37 (che ho e a cui ho sostituito 4 vavole senza problemi).

Ma non basta: Sony offre, dato che dopo 4 anni ho buttato il mio denaro, un prodotto nuovo con sconto del 10%, meno di quanto offerto in una qualsiasi svendita di una grande catena. Allora volete proprio offendermi, ditelo.

Concludo ricordando a Sony, di cui mai più comprerò un prodotto, che quando la qualità è diventata orribile, il presidente di una casa concorrente ha buttato 50 milioni di dollari di prodotti. Qualcuno vuole il soprammobile più caro del mondo?