Cose che vorrei fare nella mia vita

E’ una lista molto comune, le cose da fare nella propria vita. Eppure è la mia, e quindi, tra cose già fatte, da fare, banalità, cose impossibili, cose improbabili e cose importanti, spero di arrivare almeno alla fine. Voi avete una lista?

  1. Portare mia moglie in catamarano a vela alle Withsundays
  2. Passare un’intera giornata con Jeff Bezos, in alternativa con Richard Branson
  3. Fondare una startup, ottenere un seed, fare exit. FATTO
  4. Fondare un’altra startup, ottenere un seed, fare exit per almeno 10 milioni.
  5. Vivere e lavorare almeno tre mesi in Silicon Valley
  6. Fare un figlio FATTO
  7. Co-Condurre una puntata di un qualsiasi programma di Radio Capital
  8. Arrivare a Capo Nord e al Capo di Buona Speranza in moto (work in progress…)
  9. Comprare e rimettere a nuovo una Honda GL 1000 del 76, una Brough Superior SS 100 e una Henderson Custom del 30
  10. Piangere il giorno in cui il TG dirà “è così, il cancro ormai è sempre guaribile”.
  11. Percorrere il “Camino De Santiago”, più per l’anima che per la fede.
  12. Laurearmi FATTO (non mi fate pensare a quanti anni sono trascorsi che mi sento anziano)
  13. Prendere una seconda laurea (lo farò, lo farò…)
  14. Avere abbastanza denaro da fondare una casa famiglia per accogliere tutti quelli in difficoltà.
  15. Portare un container di aiuti ai miei amici dell’associazione “Amici del Madagascar”
  16. Vedere l’Italia guarire dal cancro etico che la ammorba
  17. Riuscire a correre per i 42 chilometri di una maratona (e sopravvivere per raccontarlo)
  18. Possedere un cane (Golden Retrivier o Alaskan Malamute)
  19. Gestire per una sera un ristorante
  20. Passare un’ultima giornata con mia madre e mio padre, come in AI.
  21. Riuscire a suonare “Whola Lotta Love” o “Bron-Y-Aur Stomp” dei Led Zeppelin, almeno il 10% bene come loro..
  22. Scrivere un libro di fantascienza.
  23. Fondare un micro stato (delle dimensioni di Malta mi va bene).
  24. Conoscere la verità sui misteri italiani (dalla Orlandi all’Italicus, passando per piazza Fontana).
  25. Vedere un presidente del consiglio con meno di 45 anni. FATTO
  26. Vedere dal vivo “The Great Wave Off Kanagawa” di Katsushika Hokusai
  27. Fare approvare una riforma che aiuti startup e imprese italiane, soffocate dallo statalismo miope e becero.
  28. Provare il Kopi Luwak FATTO
  29. Partecipare ad una riunione del circolo Bilderberg (mi basta un invito per F.ounders)
  30. Affacciarmi sulla Piazza Rossa dal balcone del Cremlino
  31. Comprare e ristrutturare un grande baglio per creare una H-Farm, con foresteria, a Ragusa (mi piace il modello, stay tuned)
  32. Invitare a cena e ascoltare le chiacchiere di tutti i contatti che ho sui vari social network. A gruppi di tre andrebbe bene.
  33. Lavorare un paio di mesi all’1 di Infinite Loop, Cupertino.
  34. Sconfiggere la “bozo explosion” degli uffici pubblici italiani
  35. Avere una pagina dedicata su Wikipedia
  36. Conoscere Stephen King
  37. Vivere più di un anno in Spagna FATTO
  38. Leggere la copia unica del racconto di Sherlock Holmes che Conan Doyle scrisse per la libreria della casa di bambole della regina d’Inghilterra nel 1922
  39. Partecipare ad un “Burning Man” (ormai in una prossima vita)
  40. Farsi attaccare bottone da un VIP, non riconoscerlo, e dopo le sue spiegazioni non avere comunque idea di chi sia FATTO (nello specifico era un giocatore del Catania, ma io non seguo il calcio).
  41. Avere accesso alla biblioteca vaticana. Completo accesso.
  42. Produrre il mio olio DOP e venderlo via internet.
  43. Comprare una casa fronte mare a S. Diego, USA
  44. Spiegare agli americani che, dopo pranzo, ordinare un cappuccino, è come pisciare sulla Monnalisa in pieno Louvre
  45. Visitare l’Antartide
  46. Prendere il brevetto PADI (insomma farmi una bella immersione)
  47. Provare l’emozione, per almeno un anno, di non dovere lavorare per vivere.
  48. Battere un qualsiasi record.
  49. Guidare un aereo qualsiasi.
  50. Girare un documentario Italia-Usa sui giovani imprenditori
  51. Organizzare una convention di tre giorni sul futuro digitale del paese all’Eremo della Giubiliana
  52. Ricevere in regalo un disegno originale di Hayao Miyazaky (maestro, se sentisse questo bisogno, non si trattenga!)
  53. Debellare il concetto di fattura “a xx giorni”. Le fatture sono, per loro natura, pagamento a vista.
  54. Comprare un Lagoon 450
  55. Cambiare tutta la mia raccolta di MP3 in dischi di vinile (esatto mp3 —> vinile…work in progress)
  56. Possedere una scultura di Paola Epifani, in arte Rabarama (ehi, amo l’arte ma non sono ricco!)
  57. Fare più cose possibili, di quelle in lista.

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

3 commenti

  1. 1la   •  

    Le withsundays come primo punto della lista sono uno splendido inizio: sono davvero così meravigliose da lasciarti senza parole!

  2. milena   •  

    il punto 40 l’ho fatto con Bonolis, davanti a una gelateria di porto santo stefano. Credo sia difficile da battere

  3. Francesco Aloisio   •  

    Baratterei tutti e 56 i punti per avere in cambio solo il 47: “Provare l’emozione, per almeno un anno, di non dovere lavorare per vivere.” Saranno 10 anni che lo desidero.

Rispondi