Cosa è successo in 2453 chilometri

 Un breve aggiornamento dopo una prolungata assenza: quasi 2500 km in moto in giro per l’Italia per raccontarvi novità, progetti, partnership.

 

Overwhelming, schiacciante. E’ l’unica parola che mi viene in mente per definire questo periodo di lavoro e vita…un termine che peró è sia peso che opportunità. E come tale, come periodo di straordinarie opportunità lo vivo.

Si inizia con la (probabile) cessione a breve di UMG, da cui faró exit per essere finalmente in questo bell’elenco. Guida e know-how assicurati, partnership strategica, e forse un’equity (questa volta personale) simbolica: che ci volete fare, o primm’amore nun si scuorda maje ( mi perdoneranno gli amici di Napoli per la pessima dizione).

Sono stato poi a FOI, Frontiers of Interactions. Confesso che, prima di partecipare, ero interessato ma un pò dubbioso.  Poi ho pensato al fatto che la organizza Leeander: mi sono detto, probabilmente non è solo un evento serio, ma anche utile. Che di fuffa ne abbiamo assai. Ebbene, posso dire che non solo è una splendida conferenza, che i workshop a cui ho preso parte vanno promossi con un bell’8 pieno, ma che tutto l’insieme funziona benissimo: organizzazione, networking, contenuti, profilo dei relatori. Si candida ad essere il LeWeb Italiano. Manca qualcosa, ma è “by far the right place to be”. Complimenti ragazzi.

Nel mentre maturano i frutti di MakeMeApp: il nostro Partake, l’app white label dedicata al mondo degli eventi riscuote successi e iniziano ad interessarsi alcuni possibili partner stranieri. Restate sintonizzati, forse quest’anno potremmo avere in serbo una partnership strabiliante.

Infine, a sorpresa, ho incontrato una persona straordinaria, fine matematico, con una idea matta e bellissima. Se son rose fioriranno, e se cosi sarà, al matrimonio ci saranno invitati d’eccezione.

PS. Il commento più gettonato è stato “sei matto”, ma per me girare in moto unendo lavoro e passione è il modo migliore di aumentare al massimo la qualità della mia vita. I soldi non sono tutto, il benessere personale si.

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

1 commento

  1. kOoLiNuS   •  

    Il commento più gettonato è stato “sei matto”, ma per me girare in moto unendo lavoro e passione è il modo migliore di aumentare al massimo la qualità della mia vita. I soldi non sono tutto, il benessere personale si.

    se seri riuscito a farlo, come leggo, è solo una cosa bellissima …. ti sei smazzato ma hai arricchito TUTTO della tua vita, unendo il piacere del viaggio proprio della moto al piacere dell’arrivo, vista la qualità degli eventi cui hai preso parte!

Rispondi