Test e recensione del supporto quad lock per il cellulare in moto: per me la soluzione ideale fino ad oggi, anche in caso di manubri irregolari o semimanubri.

Quad Lock Moto

Portare il cellulare in moto? Si, no? L’argomento divide i motociclisti e il mondo della moto, ma io sono uno di quelli per il si. È indiscussa l’utilità che può avere tra mappe, musica, avvisi sulla viabilità, collegamento con il navigatore per renderlo smart ed aggiornato in tempo reale. Insomma, sulla mia moto c’è ed è presenza fissa.

Dopo lunga ricerca, e dopo averne provato (e maledetto) di ogni tipo ho scelto la soluzione Quad Lock composta sia da un supporto con flangia autobloccante che da un case per i principali telefoni con l’attacco femmina per la flangia anzidetta. Esiste anche un adattatore universale per quei telefoni che non avessero un case dedicato.

In particolare, avendo la mia moto i seminanubri ho comprato il supporto da bici, costruito in maniera talmente robusta da non avere problemi di alcun genere in oltre due anni.

Facile e semplice da montare grazie a due comuni fascette da elettricista presenti nella confezione, è semplicissimo da usare e molto robusto. Io non ho mai avuto problemi, ma ho letto di diversi casi in cui le vibrazioni hanno creato problemi alle fotocamere del telefono.

Anche in questo caso nessun problema: Quad Lock offre uno smorzatore di vibrazioni che elimina praticamente qualsiasi problema. Se aggiungete che potete anche avere come accessorio la ricarica ad induzione per me è attualmente la soluzione migliore.

La recensione e il montaggio

Infine ecco la mia recensione video con il montaggio del Quadlock sulla mia moto con il test del mio cellulare: buona visione!