Forse, se proprio avete buona memoria, e molto spazio libero nell’hard disk che avete in testa, ricorderete che a Gennaio ci fu consegnato il premio “Yahoo – Rivelazione web 2007” categoria strani e curiosi. Ieri, trovandomi a Milano, ho avuto l’occasione di fare visita alla sede italiana di Yahoo, dove, accolto dalla gentilissima Claudia Ronchi, responsabile PR del gruppo, ho finalmente potuto ringraziare per il premio, e raccontare lo Tsunami che ha messo in moto nella vita del mio gruppo.

Dopo la consegna del premio infatti si è scatenata una reazione a catena che mi ha portato a riflettere sulle reali possibilità che tutti noi abbiamo inseguendo e credendo fermamente nei nostri progetti. Dopo il premio, ho ricevuto molte richieste di interviste e hanno parlato di noi in molti, da varie radio Nazionali (101, Capital, DJ ecc) ai quotidiani (Repubblica, Manifesto, ecc), alle TV (Raitre). E’ stato poi il turno di Moltomedia, a cui abbiamo sottoposto il progetto, che ha creduto in noi, e che ha visto tutto il buzz generato intorno.

Ecco, ogni volta che penso alla catena degli eventi degli ultimi mesi, mi vengono in mente i Lego: ognuno di noi ha portato un pezzo più o meno grande che si è incastrato perfettamente. Yahoo ha messo un mattoncino, io quelli sotto, e Moltomedia probabilmente mettera quelli sopra rendendo tutto visibile da molto lontano. E sapete una cosa? Molto probabilmente si aggiungeranno sempre piu mattoncini.

C’è decisamente bisogno di più Yahoo, più progetti web, concorsi in questa nazione se non vogliamo rimanere piccoli cosi. I mattoncini ci sono, ci vorrebbero piu aziende che portano i loro.