Citazioni

Ci sono alcune frasi che ho fatto mie o nelle quali credo fermamente. Eccole, in ordine assolutamente casuale.

“Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l’individuo per il quale la distinzione tra realtà e finzione, tra vero e falso, non esiste più” (Hannah Arendt, Le origini del totalitarismo).

“La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un’opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità. La rivoluzione è un’insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un’altra.” (Mao Tse Tung)

“Impossible is nothing.”

“Non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta” (Enzo Maresca)

“Founders are film directors. We get judged not by one film, but by our body of work” (Jason Calcanis)

“Solo coloro che rischiano di spingersi troppo lontano possono al limite scoprire quanto lontano si possa andare.” (T.S.Eliot)

“È facile criticare giustamente; e difficile eseguire anche mediocremente.” (Denis Diderot)

“Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.” (Mark Twain)

“Le azioni non si contano, si pesano” (E. Cuccia)

“E’ impossibile che esista un prodotto del genere, non si può fare. Mancano almeno 5 anni” (un ingegnere capo di Nokia, tre giorni prima della presentazione del primo iPhone. Fu licenziato a fine anno.)

“Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi” (V. Cardarelli)

“La fortuna è ciò che accade quando la preparazione incontra l’ opportunità” cit. Seneca

“Queste gioie violente hanno violenta fine, muoiono nel loro trionfo come il fuoco e la polvere che si distruggono al primo bacio.” (Shakespeare)