Cara Alitalia, ma che combini?

Cosa vorrei che il CEO di Alitalia leggesse:

Cara Alitalia,

volo splendidamente con te da 25 anni, se fossimo sposati saremmo alle nozze d’argento pensa tu. Mi ricordo ancora quel Catania Bologna che è stato il primo volo della mia vita, e da allora non ci siamo più lasciati. Londra, Madrid, Barcellona, Parigi, Praga, Stoccarda, Milano, Roma, New York, Los Angeles, Miami, con te ho girato il mondo, e non avrei voluto farlo con nessun altro. Continua a leggere…

Lufhtansa, ho volato benissimo

Al ritorno da Barcellona  ho volato con Lufthansa su uno dei nuovi  a319-100. Scelta inizialmente per il prezzo (99€) devo dire di essermi piacevolmente sorpreso. La mia precedente esperienza con la compagnia (francoforte new york nel 2003) era stata si positiva ma assolutamente nella media.

Questa volta invece il volo, specie in tempi di low cost bad quality, merita un giudizio assolutamente positivo: ottimo prezzo, ottima organizzazione e cortesia a partire dal check-in. Al contrario di molte compagnie che volano dall’Italia, parlano e avvertono in un corretto e comprensibile italiano, il personale è attento e cortese e ho avuto modo di verificare trilingue. Posti di giuste dimensioni.

Cibo e bevande: ovviamente è e rimane cibo d’aereo, ma nel mio vassoietto c’erano una focaccina di giuste dimensioni e discreto gusto e un tronky della Ferrero. Come bevanda ho scelto un caffé: alla  prova per quanto di gusto tedesco è decisamente migliore di quello di altre compagnie. Gradita, e inaspettata  l’offerta di una seconda bevanda. Aereo pulitissimo, persino le riviste e dotazioni poltrona (safety +  sacchetto emesi) erano dentro busta di plastica. Il bagno era pulito e in ordine.

Che dire? La consiglio vivamente, per me è promossa pienamente

Alitalia: l’AirOne ritorna a Volare

Scusate il gioco di parole, ma alcuni di voi mi chiedono spesso cosa ne penso di questa o quella compagnia aerea, dato che ormai posso dire di averle provate un pò tutte, sia per diporto che per lavoro. Di ritorno dalla trasferta milanese, non posso dunque che parlare di Alitalia, mio vettore sia all’andata che al ritorno.

Come forse saprete, CAI, ha sia il marchio AirOne che Alitalia, che a sua volta era già proprietaria di Volare. Sono stato ospite sugli aerei di AirOne, avendo ormai prenotazione unificata, e non posso che elogiarli. Personale gentile, non rompe le scatole inutilmente (RyanAir e Meridiana scocciano un pò), rinfresco a bordo (sciocchezze, ma molto curate dal tovagliolino al tipo di biscotto), in anticipo di 10 minuti entrambe le volte. Continua a leggere…

Alitalia: bagaglio danneggiato, rimborso complicato

Come da titolo vorrei che tutti sapessero cosa sia necessario fare per ottenere un rimborso da Alitalia nel malaugurato caso in cui vi venga danneggiato un bagaglio. Anzitutto andate all’ufficio competente, dove troverete 5 impiegati che compilano una singola richiesta. Sembra rindonandate, è infatti lo è. Dopodichè chiamate il numero a PAGAMENTO 199 dove un impiegato non vi dirà asoslutamente nulla di diverso da quello scritto nel foglio dai 5 solerti impiegati dell’ufficio di cui sopra.

Fatto? Bene adesso andate da un valigiaio, chiedetegli una stima dei danni, fatevela mettere per iscritto, e inviate tutto due volte ad Alitalia. Come due volte? Si esatto DUE VOLTE. Una via fax, l’altra via raccomandata con ricevuta di ritorno. A questo punto RICHIAMATE l’199 di cui sopra e fatevi dare istruzioni.

Io per buona misura ho anche eseguito alcuni canti tribali, perchè il rito di cui sopra scritto sicuramente con la collaborazione del mago Otelma, mi era sembrato troppo facile. Ma voi sentitevi liberi di aggiungere anche dell’altro se ne sentiste il bisogno, mica vorrete cavarvela in soli 190 anni ?

EasyJet : MAI PIU’

Mi trovo all’aeroporto di Catania, in attesa di partire per Parigi ed Easyjet, la compagnia con cui ho prenotato e pagato il viaggio ha appena annunciato di avere solo 3 ore di ritardo, e che non potrò prendere la coincidenza per Parigi.

Alle mie rimostranze, il personale SAC, che ovviamente non ha nessuna colpa, prova a trovare una soluzione alternativa, ma o mi trovo a spendere cifre assurde, o mi trovo a dovere ripagare un biglietto che ho già pagato, in quanto EasyJet, conisderando i voli come separati, se perdo la coincidenza mi considera passegero non presentato all’imbarco. Insomma un paradosso del genere: paga il biglietto per vedere il film, ma se il personale del cinema riesce a tenerti fuori con i ritardi, non vedrai il film a meno di ripagare il biglietto.

Conclusione: non so se e quando arriverò, di certo c’è che oggi ho iniziato a scrivere l’atto di citazione contro Easyjet che citerò in giudizio, fosse l’ultima cosa che faccio.

Ryanair: la mia esperienza

Per la prima volte, complice la trasferta spagnola, ho volato con Ryanir, la compagnia piu low cost che c’è. Anzi, diciamocelo, loro sono gli inventori del low cost, quello duro e puro senza compromesi. Dopo aver letto il duro post di Luca, e la risposta di Eugenio ero pronto letteralmente a tutto. Davvero, quando metto la mente in modlaità “ogni evenienza” mi aspetto di tutto, persino l’eventualità piu remota. Fosse una hostess scortese, il check in rotto, il bagaglio perso, O’Leary in persona. Ecco dunque la mia esperienza: Continua a leggere…