Recensione Grillo VS Grillo – Netflix

grillo vs grillo netflix recensione

Ho appena terminato di vedere Grillo VS Grillo, lo spettacolo del famoso comico genovese, disponibile su Netflix. Si ride (moderatamente), ma il vero genio è farsi pagare per vedere la propaganda al suo movimento.

Netflix ha, nel filone degli stand-up comedian, cioè i comici con monologhi, un filone molto molto nutrito. Da ieri, 10 Febbraio, è disponibile il primo comico italiano, Beppe Grillo, che con il suo spettacolo “Grillo vs Grillo” rappresenta sicuramente una interessante novità rispetto ai molti comici americani che propongono spettacoli che di solito non raggiungono la sufficienza.

Grillo no, conosce il suo mestiere, sa fare ridere, e ha un tempo comico straordinario, anche se in questo spettacolo quello che si percepisce subito è il tono messianico. Pur partendo da una pseudo autocritica, con un Grillo in video che rimbrotta e dà assist al Grillo in teatro, si degenera dopo nemmeno 40 minuti di risate vere ad un tono meno comico, che ricorda un misto tra Fidel Castro e Savonarola.

I cavalli di battaglia sono sempre quelli: la rivoluzione del gratis, noi ci rimettiamo, il reddito di cittadinanza che confonde con la redistribuzione di Elon Musk (ma figurati chi controlla), siamo gli onesti, uno vale uno, condendo il tutto con un pò di errori e battute molto divertenti. Si arriva alla metafora di fare mangiare a qualche spettatore dei grilli (tranquilli, fanno bene), corpo del Grillo in sala che in qualche modo dovrebbe transustanziare un pò di rivoluzione dentro ciascuno dei prescelti.

A poco serve la chiosa finale, dove un Grillo vestito di bianco a cui manca solo l’aureola viene mandato a fanculo dal grillo in sala, e dagli spettatori: Grillo si prende sul serio ed è un genio nel farsi pagare per assistere alla sua propaganda.  

Voto: 3,5/5

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

2 commenti

  1. kOoLiNuS   •  

    E perché lo hai visto? Non è sempre valido il detto don’t feed the trolls?

  2. Roberto Chibbaro   •     Autore

    ehehe ma a me piace Grillo comico…è il messia che mal digerisco 😀

Rispondi