Recensione SanDisk Extreme Plus

Testata l’ultima scheda di memoria Micro SD di SanDisk, pensata per action camera come la GoPro, riprese 4k, reflex digitali: ecco come va nell’uso quotidiano.

Chi segue il blog sa che da sempre sono appassionato di foto e video. A casa ho ancora pacchi di casette DV in formato mini, schede compact flash, dvd registrabili, e anche qualche mini vhs. Fortunatamente la tecnologia si è evoluta e oggi giriamo tutti, su smartphone, reflex digitali, tablet e action camera con le microscopiche Microsd.

LA SCHEDA – Di recente per la mia GoPro Hero 4 Black ho deciso di acquistare una delle ultime nate di casa SanDisk, la SanDisk Extreme PLUS, una microSDXC da 64GB, che il produttore dichiara avere una velocità di  80MB/s in lettura e fino a 50MB/s in scrittura. Resistente a temperature da -25ºC a 85ºC, impermeabile, antiurto, appartiene alle schede Classe 10 UHS Speed Class 3 ed è pensata specificamente per le riprese in 4k, cioè alla risoluzione di 3840×2160 pixel.

Mistero: sulla confezione viene riportato fino a 95 mb/s in lettura, mentre sul sito di Sandisk come specificato si parla di 80. Io per tagliare la testa al toro decido di affidarmi a Black Magic Disk Speed che effettua degli ottimi stress test su praticamente ogni tipologia di memoria di massa. Infilato nel lettore per schede SD del mio Mac i risultati superano quanto dichiarato sul sito ma sono in linea con quanto riportato sulla confezione. Nello screen potete vedere il risultato.

I risultati dello stress test

I risultati dello stress test

IN AZIONE – Ovviamente è in azione che la scheda va provata e stressata: se non posso registrare un video in 4k, non ho motivo di spendere, e posso prendere tranquillamente una più economica e affidabilissima Samsung o una Lexar delle serie non professionale.

Messa subito sotto stress con i 4K nessun impuntamento: zero blocchi, zero artefatti sulle foto, perfetta. Anche sui 2.7k, sui 1080P, sulle foto. Idem per le raffiche di una Canon 7D MarkII: d’altronde se regge i 4k della GoPro, un sensore nemmeno full frame, con doppio chip Digic 6, non dovrebbe essere un problema.

CONCLUSIONI – È la giusta scheda per le action cam evolute e per le DSLR di ogni genere: comprate con serenità e tranquillità. Come al solito se avete domande, dubbi, critiche e osservazioni, i commenti sono aperti per voi.

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

Rispondi