Bozo Explosion, cos’è e come evitarla

bozo bozoo explosion

La Bozo Explosion è uno dei mali assoluti della società moderna, che ammorba pubblico e privato senza distinzioni, diffondendosi come  una pestilenza e affossandoci tutti. Ecco cos’è, e come evitarla.

BOZO EXPLOSION – Enucleata inizialmente da Guy Kawasaki nel 2006, molto cara a Steve Jobs, prende il nome da Bozo, un clown molto popolare negli USA, che conduceva uno show televisivo equivalente al nostro Bim Bum Bam. Ma mentre Bonolis si è rivelato un dritto, Bozo è rimasto nell’immaginario collettivo americano un elemento negativo.

E’ quel fenomeno per cui una azienda, un ufficio, un gruppo, dopo avere inserito al proprio interno un Bozo (un clown, un mediocre, un elemento negativo, un raccomandato), vede immiserirsi ed infine esplodere il gruppo/azienda/team. Dinamica semplice per un risultato che non cambia mai: rallentamento della produttività, deterioramento dei prodotti e a catena di tutto ciò che è collegato, e infine morte o stagnazione dell’azienda. Non ci sono se, ma, eccezioni, capita nel 100% dei casi. Nella grande azienda come nella piccola, nel pubblico come nel privato, nel singolo ufficio o nella catena di montaggio. E si può contagiare da qualsiasi punto dell’azienda a qualsiasi altro.

COME FUNZIONA – Il meccanismo è semplicissimo: chi ha una posizione di responsabilità, sia un general manager, un middle, un capoufficio inserisce all’interno del team una persona improduttiva. Dopo un po’ vedrete succedere che: l’improduttivo non farà il proprio lavoro, gli altri rallenteranno il proprio per potere fare anche il lavoro del Bozo, alcuni elementi del team lavoreranno meno (perché ammazzarsi se tanto l’azienda tollera un Bozo?), alcuni altri, di solito i migliori, lasceranno la squadra (che schifo di azienda, come possono permettere una cosa simile). A questo punto l’esplosione ha la miccia innescata e quasi nulla può evitarla: il Bozo prenderà potere, assumerà altri Bozo (io sono mediocre, perché devo rischiare di assumere uno bravo che mi frega?), diffonderà la cultura aziendale della mediocrità e il contagio sarà completo. L’azienda avrà sostituito tutto il proprio valore con uno solo, la mediocrità. Se è abbastanza grande stagnerà, finche non arriverà una proposta d’acquisto. Se no fallirà.

COME ACCORGERSI DI UNA BOZO EXPLOSION – I segni rivelatori sono molti, come quelli dell’apocalisse, bisogna solo vederli. Kawasaki ne elenca molti, ma alcuni valgono solo per il mercato US. Alcuni, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, possono essere:

  • un collega sempre assente
  • un capo permissivo verso alcuni elementi e rigido con altri
  • un eccesso di sindacalizzazione dell’azienda
  • l’uso spasmodico di parole inglesi per tutto
  • l’accento milanese del collega che ti dice “la spiega” anche se è di Canicattì
  • la società fa uso e abuso di società di consulenza esterne
  • Non avere risorse interne focalizzate su quello che fate, ma assumerle interinalmente e disperdere così il vostro patrimonio di conoscenze.
  • Il management spende più tempo in conferenze che in ufficio a produrre.

Se ne avete altre che vedete nella vostra azienda segnalatele nei commenti, le inserirò qui.

COME EVITARLA – Se siete in una posizione di responsabilità ci sono poche cose da fare, necessarie e molto drastiche.

  •  Se serve licenziate qualcuno. Fuori ci sono fior fior di cervelli che scappano, perché tenere un mediocre?
  • Meritocrazia sempre e comunque. Chi fa di più e meglio guadagna di più e viene promosso. Non c’è spazio per il buonismo, ne per gli “amici”.
  • Non abbiate paura nel cambiare lavoro. Se la vostra azienda è affetta da Bozo, lasciatela. Magari l’AD inizierà a farsi qualche domanda.
  • Assumente solo persone migliori di voi. Semplice, facile, necessario.
  • Create un team intorno a voi che sia pronto a supporto, sacrificio, soddisfazione comune. La forza del collettivo sbriciola le montagne.
  • Inserite nel team visioni diverse dalla vostra. Anche voi sbagliate, credete che un clone vi dirà mai la verità?

Ci saranno mille altri consigli: aspetto i vostri, o le vostre critiche nei commenti. Aggiungerò i migliori nel post per farne una guida da diffondere in tutti gli uffici.

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

1 commento

  1. Pingback: Franceschini e Schmidt, pesce e cappucino. | Roberto Chibbaro

Rispondi