Le Startup e il Premio Gaetano Marzotto

Peccato essere a Barcellona in quei giorni per un altro evento, ma io se fossi a Vicenza (ma anche a qualche centinaio di chilometri) andrei al premio Gaetano Marzotto dedicato alle Startup. 450.000 euro di premi, tre giurie d’eccezione, startup molto interessanti. 

Sabato 17 novembre alla Fondazione Teatro Comunale di Vicenza si terrà la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Premio Gaetano Marzotto dedicato alle startup; sapete che ormai partecipo solo agli eventi concreti: ho eliminato la fuffa molto tempo fa. Credetemi se vi dico che a questo dovrò mancare con molto dispiacere, ma sono a Barcellona per il premio Open City App Challenge.

Si tratta di una Serata di Gala per il Concorso nazionale, condotta da Massimo CirriGabriele Vacis nella regia e Matteo Marzotto, neo presidente dell’Associazione Progetto Marzotto, nell’assegnazione dei cinque riconoscimenti ai vincitori dei tre Premi, che si andranno a ripartire in tal modo il montepremi accresciuto a 450.000 euro.

Tre categorie di premi, il primo di 250.000 euro per il PREMIO IMPRESA DEL FUTURO, con una giuria composta da: Federico Marchetti, Gaetano Marzotto, Mario Moretti Polegato, Alessandro Profumo, Renzo Rosso e Roberto Siagri; il secondo da 100.000 euro per il PREMIO PER UNA NUOVA IMPRESA SOCIALE E CULTURALE con una giuria composta da: Emil Abirascid, Ilaria Capua, Luca De Biase, Mario Del Co, Stefano Gallucci e Maurizio Sobrero; il terzo da 100.000 euro (non cash, ma in percorsi seed) per i tre riconoscimenti dedicati ai PREMI DALL’IDEA ALL’IMPRESA, realizzati in collaborazione con H-Farm, M31 e SeedLab.

Quello che ho trovato interessante, al di la dei premi e della giuria (gente che conosco e che fa, con poche chiacchiere), sono i finalisti e le aree di intervento: aerospazio, genetica avanzata, sostenibilità alimentare, disabilità, web applicato alla realtà.

Promosso e ideato dall’Associazione Progetto Marzotto, il Concorso è volto a creare una piattaforma dell’innovazione in Italia fondata sul virtuoso connubio tra capacità imprenditoriale e visione sociale, sull’esempio di quanto fece nella prima metà del Novecento Gaetano Marzotto e successivamente Giannino, autorevole testimone e mentore del Progetto, che ha seguito in prima persona con la passione, la lungimiranza e la generosità che lo stesso Matteo Marzotto ha dichiarato di tenere ad esempio e volere perseguire.

Non mancate, io mi consolerò con  StartuParty, l’evento di apertura della Entrepreneur Week 2012

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

Rispondi