Italia, grande assente

Se il ministro Romani leggesse questo blog vorrei che capisse come NON siamo visti all’estero, per parlare pubblicamente del metodo italiano che non va e che non cambia. Mai.

“Caro Ministro Romani,

Ero a Barcellona al Mobile Forum, e mi chiedevo come mai l’Italia sia sempre assente quando si parli di tecnologia e sviluppo economico. Mancavano le istituzioni, le aziende, le persone. Erano presenti solo due stand di imprese italiane di cui una nemmeno si occupava specificamente di mobile. L’unica presenza ad alta tecnologia era di un’italiano che ha creato la sua startup in USA. Gli italiani in visita erano una pattuglia sparutissima, di cui la maggioranza era composta da giornalisti. E mi creda che ho stretto piu di 200 mani in 15 padiglioni diversi.

Assenti totalmente TIM, Telecom che era presente solo con un banchetto striminzito dentro il pavillion di Intel MeeGo, e lo stato italiano. Sa invece chi era presente in massa? Gli stati europei. Pensi che avevano creato una propria presenza persino le regioni autonome di diverse nazioni. E tutti li a spiegare quanti incentivi avesse il Belgio, quanto fosse utile investire in Catalunya, o in Bretagna. Addirittura anche un paese in bancarotta come l’Irlanda ha capito che doveva attrarre nuovi capitali e startup, tant’è che ci hanno spiegato che il governo ha un piano di incentivi se hai meno di 35 anni e crei una nuova azienda. Ovviamente non mancavano Israele, Giappone, Canada, e cosi via.

Adesso, mi permette una domanda? Scusi la franchezza, ma io che sono uno dei pochi italiani alla seconda startup, mi dice perchè dovrei investire e farla crescere in Italia?”

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

Rispondi