MakeMeApp ripartiamo dal mobile

Chi di voi è collegato con me su Linkedin lo avrà già visto, è partita la mia nuova startup MakeMeApp. Ci concentreremo solo su una cosa e proveremo a farla al meglio: creare applicazioni mobili per iOS e Android.

In questa avventura, insieme a me, alcuni degli amici di sempre, sviluppatori fuoriclasse: Francesco Fullone, Ciccio Trucchia, Jacopo Romei, e il “piccolo” Stefano Mainardi con la squadra di TwinBit. Special Guest MuWeb, UX Partner.

Ogni pianta, per crescere, ha bisogno di un humus e di condizioni climatiche adatte che, dove mancano, vanno create. E’ cosi anche per le imprese, specie quelle del settore ICT, che prosperano non solo se hanno le condizioni adatte, ma sopratutto se hanno accanto altre piante simili. Ad inizio degli anni duemila, diciamo 2003 circa, in Italia è iniziato a germogliare su un terreno sabbioso e non molto fertile il seme delle nuove tecnologie e pian pianino sono cresciute molte piante. Alcune sono morte, altre sono diventate alberi, ma tutte hanno condiviso lo stesso terreno.

Perchè tutta questa premessa? Perchè a volte quelle piante si uniscono, si ibridano, ne fanno nascere di nuove. E’ cosi che è nata la notizia che oggi vi do con gioia: Ideato, una delle società italiane di sviluppo a più alto tasso di crescita, di proprietà degli amici Fullo e Cphp, vedrà la creazione di una nuova business unit dove il sottoscritto sarà posto al timone, affiancato da Jacopo Romei come C.T.O. Il nome di questa nuova avventura come detto è MakeMeApp

Cosa faremo? In pratica proveremo a creare una struttura di sviluppo, che sia in grado di supportare le esigenze di qualsiasi azienda in ambito mobile. Non ci limiteremo a creare “app”, ma proveremo a contribuire alla crescita del mercato dello sviluppo mobile, rilasciando prodotti, librerie, app gratuite, per creare una comunità di persone come noi, che del mobile facciano la principale attività. Proveremo ad incontrarvi, ad organizzare conferenze, a partecipare alle vostre. Insomma, come dicono “al network si dona, non si chiede, sarà lui a ripagare spontaneamente”.

Noi ci crediamo, e speriamo di avervi con noi in questo cammino di crescita, potete già seguirci sul nostro blog: blog.makemeapp.com saremo on line a breve con il blog…

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

4 commenti

  1. Valerio Novelli   •  

    La passione, la costanza e l’impegno sono i tre cardini che fanno la differenza sempre e comunque. Un grande in bocca al lupo Roberto 😉

  2. Francesco Micali   •  

    Complimenti a te Roberto ed a tutto il gruppo!!! Già un piccolo grande traguardo l’avete raggiunto mettendo su un progetto che “unisce” l’Italia…e per ora c’è tanto bisogno anche di questo!

    Tenetemi aggiornato!

  3. Stiben   •  

    In bocca al lupo Roberto! Ti auguro un 2011 ricco di successi. Grazie per i suggerimenti che mi hai dato all’inizio di quest’anno! 🙂

  4. kOoLiNuS   •  

    invece che “fullo” e “cphp” potevi anche metteci nome e cognome, tanto mica son timidi quei due, no ???

    ^___-

    p.s. = ovviamente a voi un grande IN BOCCA AL LUPO !!!!

Rispondi