Cara Alitalia, ma che combini?

Cosa vorrei che il CEO di Alitalia leggesse:

Cara Alitalia,

volo splendidamente con te da 25 anni, se fossimo sposati saremmo alle nozze d’argento pensa tu. Mi ricordo ancora quel Catania Bologna che è stato il primo volo della mia vita, e da allora non ci siamo più lasciati. Londra, Madrid, Barcellona, Parigi, Praga, Stoccarda, Milano, Roma, New York, Los Angeles, Miami, con te ho girato il mondo, e non avrei voluto farlo con nessun altro. Hai caricato il mio bagaglio fotografico ultra delicato nella zona stuart perchè non riuscivo a trovare posto, con le hostesso delle tratte che faccio di frequente ci diamo del tu, quando avevo qualche chilo di bagaglio in eccesso hai sempre chiuso un occhio, e quando ti ho chiesto qualsiasi cosa mi hai sempre accontentato, portandomi dove dovevo andare sempre in perfetto orario.Pensa che quando parlo di te, qualcuno mi definisce un “pasdaran dell’integralismo Alitalia”, e io sono d’accordo, perchè non mi hai mai deluso. Nemmeno una volta, nemmeno per sbaglio.

Allora, dato che avrai capito cosa provo per te, devo proprio dirtelo, il “triangolo no, io non ci sto”, per citare il grande Renato. Eh si, perchè da un pò nelle nostre relazioni si è inserita la tua sorellastra, AirOne. E dire che eravamo partiti benissimo. Invece adesso non ci lascia la nostra libertà, non ci offre nessun rinfresco, è diventata fredda, come il personale di bordo.Mi fa mille storie per sciocchezze. Avrà mica una cattiva influenza su di te? Diventerai come lei? Io spero proprio di no.

Per adesso ti lascio con una preghiera: se compro Alitalia, e pago Alitalia, voglio volare Alitalia o equivalente. E per adesso AirOne non lo è. Parli tu con lei per risolvere?

Tuo

Roberto

Roberto Chibbaro

Padre, Marito, Boss@MakeMeApp, food lover, moto traveller. Fin dove il cuore mi resse, arditamente mi spinsi.

2 commenti

  1. Voli Low Cost   •  

    Ciao Roberto, ho appena letto quest’articolo e sono molto incuriosito da questa tua lettera aperta.

    Occupandomi proprio di voli, viaggi e vacanze, vorrei sapere perchè non ti piace Airone e perchè invece preferisci volare con Alitalia.
    Ho letto dei comfort, della puntualità e delle garanzie che offre Alitalia, e sono pienamente d’accordo con te, ma secondo te è davvero indispensabile ricevere un “mini rinfresco” durante il volo?

    Insomma preferisci spendere di più ed avere un trattamento “speciale” o preferisci spendere meno e arrivare ugualmente a destinazione?

    Non è una domanda banale, sono curioso di sapere cosa preferiscono oggi le persone che viaggiano per lavoro ad esempio. I giovani si sà che cercano i voli low cost e le offerte last minute, mentre i professionisti cosa cercano?

    Sono sicuro di una tua risposta approfondita, se vuoi possiamo parlarne anche su NeRverland, sono aperto al dialogo, come sempre!

    Ci vediamo al Wordcamp, in ogni caso 😉

  2. Roberto Chibbaro   •     Autore

    Ciao,

    io volo Alitalia per un motivo semplice: ottengo per ciò che pago. La uso da anni, e ho un livello di servizi adeguato: puntuale, gentili, non rompono mai con storie assurde (“signore, segua le procedure” “signore il suo bagaglio è 1 chilo più pesante” ecc), insomma mi pare di volare con amici, dico davvero. Quindi se pago X alla società Alitalia mi aspetto Y. Senza se, ma, però, forse.

    AirOne che pure mi ha trattato bene su altri voli, pur senza avere pecche particolari, non mi ha soddisfatto per nulla su questo volo. Quindi ti dico che da oggi guarderò i codici per capire con chi ovlo e decido: se Alitalia compro, se AirOne no.

    Faccio anche esempi con riferimenti precisi: qualsiasi Catania/Roma, Roma/Linate, Catania Linate, vince 10 a 0 contro il Catania Malpensa.

Rispondi