Leweb 3 Parigi : -1

Parte oggi la mia diretta sul “LeWeb3” di Parigi. Sebbene scriva queste righe prima dell’apertura del salone, oggi grazie al pre-evento “Before Leweb” all’Opus Cafè posso fare alcune considerazioni. Nonostante abbia grandi aspettative per questo LeWeb, nutro anche diverse paure, come ad esempio quella dell’impossibilità di un efficace networking con le realtà simili alle mie: se non riuscissi, chi risponderebbe alla domanda “chi fa cosa per il mio settore in Europa?”. Che credo sia la domanda che si fanno anche gli altri partecipanti della pattuglia italiana…se no a Parigi che ci stiamo a fare?

Mi scuserete dunque se parto da un concetto utilitaristico, ma venire fino a Parigi costa e le occasioni devono rendere. In questo caso il Before Leweb devo dire che non mi ha soddisfatto fino in fondo: il posto era troppo affollato, legare era difficile, le occasioni poche. Bene le presentazioni sul palco di Microsoft ma difficili da seguire, l’acustica non era delle migliori, e mi aspettavo più inglese, il mio francese dopo tutto non è cosi avanzato.

Tra le persone incontrate moltissimi francesi, diversi americani che ho notato accomunati dalla logica “vediamo che succede in Europa, se dormono o si danno da fare anche loro”, e un pout-pourri di varie nazioni, Germania, Svezia, Spagna, ecc.

Complesso anche il discorso logistica: dato l’orario delle presentazioni, cenare e tornare in hotel non erano operazioni molto compatibili. In Francia infatti, ho scoperto con disappunto che molti locali chiudono massimo alle 21.30, precludendo la possibilità, a noi usciti di li dopo tale orario, di cenare. Meno male che ho risolto con un bistrot che conoscevo.

In definitiva, partiamo a metà classifica, vediamo cosa ci riserverà domani LeWeb…

Rispondi