Cecchetto, internet non fa per te

Ieri sera, mentre aspettavo di recarmi a cena, sono passato a trovare l’amico Montemagno, che alle 21.30 proponeva un altro degli incontri di Codice Internet, l’interessante (e credetemi, lo è) iniziativa che vede ogni giorno o quasi un meeting in Galleria Vittorio Emanuele a Milano sull’evangelizzazione digitale. Ospite della serata l’icona dei dj e della radiofonia in Italia per chi ha almeno 35 anni, cioè Claudio Cecchetto, per intenderci l’inventore di Radio Deejay, il condutore storico di DeeJay Television, il talent scout di jovanotti ecc..

Come produttore, dj, talent scout una compenteza straordinaria, senza dubbio. Ma internet è assolutamente fuori dalle sue competenze. Raramente infatti ho sentito parlare della rete con un grado di approssimazione simile: espressioni quali “Sapete cos’è un browser? il browser è quella parte di sopra, che non sta sotto, mentre navigate…è di sopra”, o “internet non si può registrare” scordando la cache di google, non possono essere ammesse in un evento divulgativo, e qualcuno dovrebbe dirlo all’imbizzarrito Claudio. Ed è un peccato, perchè la caratura, e l’idea alla base del progetto di Montemagno sono davvero lodevoli.

Aggiornamento: per un bug di wordpress appena scoperto la versione originale del post è andata persa. Me ne scuso con i lettori, e rieccolo qui.