Mosaico Arredamenti: una pessima crisis management

Dopo una giornata in corsa per il progetto sperimentale TV/Elezioni locali e una serie di noie tecniche/informatiche da visita a Lourdes, torno a casa stravolto. 311 mail mi aspettano. 1708 nel cestino antispam, e non ci penso nemmeno a vedere se ci sono falsi positivi. Altre varie cose da fare, redazioni da coordinare, lavori da terminare, upload, backup. Giro lampo in rete per capire cosa sia successo oggi nella blogosfera e mi ritrovo da un commento di Paola prima, e da una chat skype con MCC una notizia che ha dell’incredibile. Qui il suo post che sottoscrivo in pieno
Riassumendo: Sergio Sarnari, programmatore, blogger, uomo di rete si sposa. Sceglie i mobili con la sua (futura) signora da tale Mosaico Arredamenti di Ancona. Com’è, come non è si trova  male e dopo una serie di vicissitudini lunghe anche diversi mesi si sfoga con un post per l’inefficienza della ditta e la perdita di tempo. La discussione monta nei commenti tra molti che si sono trovati male e alcuni che affermano il contrario. Mentre tutto sta per essere archiviato come l’ennesimo sfogo, che purtroppo non ha prodotto risultati se non qualche polemica, la partita ribalta le sue sorti, e l’amministratore della Mosaico Arredi segna un clamoroso autogol.Invece di invitare il blogger al dialogo, a smentire, a capire almeno come risolvere il problema, lo informa di avere proceduto legalmente contro di lui, avere chiesto un risarcimento di 400 mila euro e di avere chiesto un provvedimento d’urgenza ( il buon vecchio 700 Codice di Proc. Civile) che cosi recita:  Fuori dei casi regolati nelle precedenti sezioni di questo capo, chi ha fondato motivo di temere che durante il tempo occorrente per far valere il suo diritto in via ordinaria, questo sia minacciato da un pregiudizio imminente e irreparabile, puo’ chiedere con ricorso al giudice i provvedimenti d’urgenza, che appaiono, secondo le circostanze, piu’ idonei ad assicurare provvisoriamente gli effetti della decisione sul merito.

Ora, immaginate la reazione della blogosfera? E’ successo quello che capita quando provi a spegnere il fuoco greco, aizzi ancor di più le fiamme. Sono centinaia adesso i blogger che parlano della cosa, linkano il post originale di Sarnari, e scalano ogni serp possibile con termini negativi associati alla ditta in questione. Adesso cosa può mai fare l’amministratore della Mosaico? Ha perso decisamente la partita in rete, e ne avrà credo noie nella sua immagine aziendale. Ammesso inoltre che venga concesso il 700, con la peggiore ipotesi che vede il sequestro del blog, sarebbe inutile dato che centinaia di blog parlano dell’argomento in questione, e che Google Cache memorizza tutto.

Morale della favola: se uno proprio non sà come gestire una crisi in rete, deve affidarsi alla sagezza popolare. Un antico proverbio siciliano recita infatti “calati juncu ca passa a china”, ossia piegati giunco che passa la piena, ossia ancora se la marea dei problemi monta e non sei in grado di disinnescare la cosa, lascia che passi e poi riprendi la tua attività.

4 commenti

  1. Pingback: Guadagna soldi facili: sporgi querela! | Giuseppe Legrottaglie

  2. Pingback: Gioxx’s Wall » Blog Archive » Best of Week #8

  3. Pingback: Deeario - il blog di Tony Siino

  4. Pingback: Infissi e Finestre » Blog Archive » Home

Rispondi