Startup 2.0: un sommario

Dopo ben 4 giorni lontano dalla rete (o meglio con wifi a scrocco e ballerino) riesco finalmente ad avere una linea decente (quella di casa 😀 ) per potervi aggiornare sull’evento di Barcellona e moltre altre cose.

Andiamo con ordine, e partiamo da Startup 2.0, l’evento che mi ha visto parte del pubblico alla fiera di Barcellona. L’idea è carina, e mi è piaciuto lo spirito informale ed efficiente con cui è stata gestita. Tuttavia, tranne alcuni fuoriclasse, le idee presentate non erano troppo “avanti”, ma anzi si rifacevano a concetti già noti nell’ambito web. Tuttavia non sono mancati gli spunti interessanti, e quelli che come dicevo prima sono dei piccoli fuoriclasse.Tralascio tutti i progetti finalisti, e vi cito i vincitori, piu un sito che secondo me meritava almeno una menzione speciale della giuria:

Migliore Startup 2.0 primo classificato: Ziloc, un sito per affittare qualsiasi cosa immaginiate. Nato dall’idea di alcuni ragazzi francesi, si può dire che sia come Ebay, ma meglio perchè ha un controllo assoluto sulla prosismità, cioè sul luogo in cui volete affittare qualcosa.. Ha un assicurazione su ogni transazione, ha un mashup delle Google Maps che ha meritato i complimenti della giuria, una grafica immediata e chiara, si sta espandendo in tutto il mondo. I fuoriclasse per me sono loro come forse avete immaginato..

secondo classificato: UnLtdWorld un social network professionale dedicato a tutti coloro che vogliono cambiare il mondo. In realtà è simile a Linkedin ma 100% focused sul sociale e sullo scambio di informazioni che può e deve avvenire tra chi si occupa di problematiche simili. Ho conosciuto il fodnatore, Alberto Nardelli, ed era ahime l’unico italiano in gara anche se rappresentava il Regno unito.

terzo classificato: iFoods un sito dedicato alle ricette e alla cucina con oltre 150 video di qualità. Molte ben fatto e chiaro, veramente carino.

Secondo me almeno una mezione della giuria la meritavano sia  Learnitlists.com  strumento molto valido per imparare le lingue, che Bubok un sito molto simile a Lulù ma con quel qualcosa in più che solo chi ama i libri riesce a notare..non so, chiamiamola sensazione.

C’era poi un concorso nel concorso, quello per il miglior video di presentazione di una startup spagnola (giocavano in casa, direi normale 🙂 . Veramnte carino il video del vincitore Trovit : ecco il link su Youtube

Infine alcuni link sparsi: un blogger molto interessante, le mie foto dell’evento, le foto di tutti.

Rispondi