Current TV, in diretta da Roma (Foto update!)

Come accennato sto seguendo l’evento Current TV, in diretta su Skytg24, su invito “viral” partito da Marco Montemagno. Sul Placo Al Gore (un Paolo Liguori più giovane), Marco Montemagno, Tommaso Tessarolo, il direttore delle operazioni Tecniche di Current USA Marting Goldman, con il moderatore Emilio Carelli che forse ricorderete dal tg5. Sala gremita all’inverosimile, presenti tutti i blogger possibili e immaginabili, atmosfera rilassata e allegra. Per vedere le foto QUI

15.37: Presentazione del video su Current, sui contenuti e sul palinsesto.

15.40: Al Gore parte subito parlando la nostra lingua: “internet deve essere la fonte dei contenuti che vanno in TV, solo la rete è il luogo in cui tutti possono avere una voce. Quando la televisione è nelle mani di pochi, la democrazia ne soffre semrpe.”

15.42: Gore promette al popolo blogger che Current è e rimarra sempre indipendente. “Non risponderemo mai a nessuno che non sia la nostra stessa coscienza”.

15.49: Tocca a Goldman, direttore delle operazioni tecniche. Inizia con la storia di Current, nata ad agosto 2005 in America. Dopo Uk e Irlanda, oggi l’Italia terzo pauese europeo ad unirsi allar te mondiale. “Puntiamo tutto sul video creato dalla spettatore, sulla sua partecipazione, in ogni aspetto della televisione, dall’advertising al contenuto”. Prosegue puntando sul team italiano (Tessarolo in testa), e accennando a Vanguard, il loro franchise giornalistico. Parte un pezzo sugli skin in Russia, e Goldman spiega che l’autore, è ormai uno dei giornalisti più importantiunder 35 (video davvero impressionante).

15.57: E’ il turno di Tommaso che spiega come Current sia forse l’unica tv che abbia capito il cambio generazionale, l’impatto della rete, il tono nuovo della conversazione tra utenti e tv. La programmazione si basa su “pod”, cioè brevi video di circa 2 minuti, messi in onda in maniera casuale, I video prodotti dai videomaker, che vengono aiutati a crescere professionalmente con consigli tecnici, vengono pagati (non spiega il meccanismo esatto). Spazio alle dirette, all’intervento degli spettatori nelle dirette. Spazio poi ai primi video italiani.

16.08: La parola passa a Marco Montemagno che accenna alle prime 15 domande, provenienti dalla rete e votate sul sito di Current, da fare ad Al Gore. Prima domanda sulle elezioni politiche in America, e su come siano state seguite. Notevole la risposta: “In America abbiamo seguito 26 incontri, mi spiace perchè in Italia non ne ho visti. Chissà come mai…”

16.12 Via al valzer delle domande: parte il Luca Conti nazionale con una domanda semplice “Come è nata l’idea? Siete figli del web in un certo senso?” Riassumendo l’idea “Perchè volevamo un dialogo tra le persone, usando il mezzo televisivo. Troppo Paris Hilton in tv fa scomparire le notizie come Iraq e Crisi Climatica.”

Pavolini: “Come potete garantire veridicità e validità della notizia?” “Il filtro sociale è piu forte di cio che si creda, piu di un editore capo sicuramente. Poi è la comunità che decide, e quando la massa esamina le informazioni trova sempre errori e pecche”.

Andrea Millozzi “Come vi ponete rispetto alla censura? Cosa farebbe Current se le fosse imposto di non trasmettere un video?” Gore “Lo pubblicheremmo comunque, noi rispondiamo alla nostra coscienza.”

Simone Brunozzi: “Come potete convincere gli italiani ad abbandonare la tv tradizionale a favore di Current?” Gore “La legge di Maccas (?) dice che il valore della rete cresce esponenzialmente con la massa dei partecipanti, piu persone partecipano, piu contribuiscono, piu il processo diventa irrimediabile. Ecco perche al nostro lancio abbiamo conivolto voi, perche sappiamo che voi connettete milioni di persone sul web.

Calzolari: “Rivoluzionerete il mercato italiano cosi refrattario alle innovazioni e alla rete?” Gore ” I giovani sono sempre interessati allenovità e noi facciamo parte di un mondo globale senza confini. Current vuole rispondere proprio a questo biosgno.”

Enzo di Frenna : “Current TV è sgradita al monopolio politico economico italiano?” Gore ” Parlo a nome di tutti quando dico che non ci piegheremo mai al volere di nessuno. Trasparenza e innovazione sono le nostre migliori armi. Meglio la bancarotta che piegare il capo. In questo Sky Italia ha avuto molto coraggio, i miei complimenti…”

Capitoni: “Siete indirizzati ai giovani. Come mai l’hanno fondata 2 cinquantenni?” Gore “Sono più giovane di quel che sembri…”

Video domanda di una studentessa “Potete davvero rigenerare il modello democratico dei media? Che chance avete?” Gore “Ottime grazie, ma dipende da voi. In America e negli altri stati cresciamo a ritmi vertiginosi…non c’è motivo per non bissare i lnostro succesos. Abbiamo scelto l’Italia per creatività e dinamicità” (forse ha sbagliato paese…)

Politi “Current è un esportatore di user generated content?” Gore “Si lo credo e lo spero..siamo nati per questo…Voi blogger sapete che non è un caso che la riforma parta da internet. tralsare questa rivoluzione sulla tv è cio che cerchiamo di fare”

Mauro Lupi “Le aziende possono usufruire del canale per creare contenuti?” Gore “Interessante…valuteremo anche questa idea…nulla però al momento lo impedisce”

Adesso quella che per me è la domanda: “Come vi finanziate?” Gore ” Abbiamo raccolto soldi da amici, parenti, conoscenti e molti li abbiamo messi noi stessi.” In effetti quello che non è spiegato bene è il modello di business, cioè la raccoltà pubblicitaria, le sponsorizzazioni e gli acquisti dei contenuti pubblicitari creati dagli utenti. Io ho dovuto chiedere a Tessarolo per avere risposte (mi ripropongo di chiedergli un intervista). Per carità, non ci sono segreti, non faccio dietrologia, ma è bello che una tv con ideali cosi alti racconti anche questo aspetto di se stessa, aiuta il brand.

L’evento termina con le domande degli utenti in sala ” E Murdoch proprietario di Sky non può essere una limitazione alla vostra libertà?” Gore “Sky si apre a noi perchè sa che siamo il nuovo, proponiamo un nuovo modello. Puntare su di noi è una scommessa vincente…”

Infine a chiusura: “Chi ha la responsabilità delle news?” Gore “I proprietari che creano i contenuti. Ovviamente noi filtriamo, e se succede qualcusa ci schiereremo con voi, ma facciamo un operazione di filtro preventivo per evitare problemi di copyright o legali di ario genere.

A latere di questo post fiume aggiungo solo una cosa: i miei complimenti a Marco, con un passaparola “semplice” ha creato una massa critica non indifferente, che ha goduto appieno dell’evento.

2 commenti

  1. Pingback: Tu la conosci Current? | Googlisti.com

Rispondi