Google entra nel mercato energie rinnovabili con Re

Mi pare il momento per chi ha qualche soldino da parte di comprare azione di Big G. E’ di oggi infatti la notizia che Google, attraverso il progetto RE<C, ha intenzione di investire decine di milioni di dollari nello sviluppo delle energie rinnovabili, settore strategico per il futuro dell’intero pianeta. Il nome è evocativo è già cerca di dire tutto: produrre energia con le energie rinnovabili (RE) dovrà essere più economico che con il carbone (C).


Da dove viene a Google questa idea? Semplice, big Ggestisce data center che consumano quanto piccole città, e il costo iniziava ad essere insostenibile. Ha cosi iniziato una campagna per l’efficienza energetica, assunto ricercatori ed esperti, decentralizzato i data server dove l’energia era più economica e facilmente producibile. Ha infine ricercato con forza l’autarchia energetica grazie ad energia solare, eolica ed esplorando il geotermico. Questo significa che se domani il mondo avrà una crisi energetica i server di Google continueranno a funzionare….quasi.

Perchè dunque non sfruttare l’esperienza? Per farlo la casa di Mountain View ha investito in una partnership con due aziende molto promettenti (dicono): eSolar e Makani Power. Scomettiamo che entro 5/8 anni si vedranno i principali risultati nelle nostre case?

Ecco un video esplicativo di Bill Weihl, Green Energy Czar di Google (a titoli stiamo messi proprio bene): [local /files/2007/11/goog_7951_75401.MOV]

Rispondi